LUDMILA

LudmilaPietro Vitelli

LUDMILA
La Russia dagli Zar a Putin

Formato: 15×21
Pagine: 188
Prezzo: 15 euro
Anno: 2019
ISBN: 978-66-99580-41-4

La vita della filosofa russa Ludmila Nikitic abbraccia tutte le vicende, assai drammatiche e storicamente significative, che hanno segnato la storia della Russia dagli Zar a Putin, dall’inizio del Novecento ai nostri giorni, e hanno fortemente influenzato l’intero mondo contemporaneo. La sua biografia ci fa comprendere molto degli avvenimenti accaduti in Russia dalla fine degli Zar alla Rivoluzione d’ottobre, dal crollo della Unione Sovietica alla Russia di oggi e le relazioni di Russia e Occidente.
Il libro è certo la biografia di una donna che ha vissuto una vita importante dal punto di vista intellettuale e politico nel suo paese ma ne rivela anche le gioie, i dolori, le paure, le speranze che ne fanno una donna normale che ci aiuta a capire il secolo che è alle nostre spalle e apre anche finestre per la comprensione del presente. La vita di Ludmila si è intrecciata con personalità politiche e culturali della Russia di grande rilievo storico ancora oggi e delle quali nelle note del libro si riporta la biografia essenziale.
Nel libro si può leggere un sorprendente, per la sua modernità, straordinario saggio su Leonardo da Vinci per il 450° anniversario della morte, in questo 2019 ricorre il 500°, scritto dalla filosofa e accademica Zoia N. Melescenko, un illuminante saggio su Antonio Gramsci e l’uomo scritto da Ludmila e una sintetica biografia di Lydia Natus, la pianista russa, sorella di Zoia, che fu compagna di vita del grande poeta Clemente Rebora, poi sacerdote morto in odore di santità.
Ludmila ha fatto ricerche filosofiche in Italia incontrando alcuni dei maggiori filosofi del Novecento. Nel nostro Paese è stata più volte, soggiornando anche a Cori e Latina come ospite dell’autore, che ha con lei un legame che dura da quasi cinquanta anni. Il volume racconta anche questo legame e offre cenni biografici dello stesso autore.
Il libro può essere considerato certamente un saggio storico per il suo contenuto ma è anche un vero e proprio racconto, perché parla di vite reali nel loro naturale svolgersi, e, grazie allo stile narrativo, si legge come un romanzo, per i sentimenti e le emozioni che suscita.

L’autore:
Pietro Vitelli è nato a Cori (Latina) nel 1937. Nel 1999 è stato insignito della onorificenza di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana. È stato dirigente del Ministero delle Finanze e per decenni impegnato nella vita politica ed amministrativa: Sindaco di Cori; Consigliere e Assessore della Provincia di Latina; Consigliere e Assessore della Regione Lazio; Consigliere ed Assessore della Comunità Montana dei Monti Lepini; Consigliere comunale a Rocca Massima, Cisterna e Latina. Nelle Istituzioni si è sempre occupato dei problemi di bilancio, di programmazione, assetto del territorio e sviluppo economico, dei problemi dell’emigrazione, dell’agricoltura e della promozione culturale. Impegnato sui temi della creazione degli Stati Uniti d’Europa, di una Europa unita, democratica, pacifica, solidale e federale, per molti anni come membro del Consiglio e della Direzione nazionale dell’AICCRE (Associazione Italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa) ha partecipato a molti scambi d’amicizia e iniziative internazionali per la collaborazione tra Stati e popoli diversi. È stato promotore della fondazione dell’Istituto regionale di studi musicali “G. Petrassi”, con sede in Latina. Ha scritto di finanza e di economia. Ha pubblicato numerosi libri di poesia in lingua e in dialetto, saggi storici, racconti e un romanzo. Sue poesie sono tradotte in inglese, greco, russo e polacco. Il suo romanzo Fiorina è stato tradotto in inglese. Ha ricevuto premi per la poesia e la saggistica storica. Sue poesie sono inserite in varie antologie.
Alcune sue opere: Il primo italiano in Canada, storia del missionario F.G. Bressani, 1992; Amori di carta e inchiostro, 1992; Acrostici consiliari, 1993; Jo munno iterza sta ncora mméso a nnu, 1994; Amore parola al plurale, 1994; Muta il colore del tempo, 1995; Libro dei limerick a Cori e Giulianello, 1997; Parole dduci e mmare, Primo dizionario Corese-Italiano, 1997; Poesie russe, 1998; Tra il sogno e la memoria, 2000; Addio dolce Abruzzo, 2002; Canto d’amore per Lilli, 2002; Haiku, viaggio della memoria da Maenza ad Auschwitz, 2004; Enrico Tonti (Gaeta, Italia 1647-Mobile, Alabama, USA, 1704), Padre dell’Illinois, dell’Arkansas e della Louisiana, signore per venti anni della Valle del Mississippi, 2004; Cori-Pefki, città gemelle, 2006; Uci e parole réntro mmine, Dizionario Corese-Italiano, 2006; Fiorina, storia di una donna nel vento, 2008; Il nuovo e l’antico, 2009; Quadri Canadesi/Canadian Images, 2011; Canto d’amore per Lilli, 2013; Giovanni Caboto – Francesco Giuseppe Bressani – Enrico Tonti protagonisti della scoperta dell’esplorazione e dell’insediamento europeo in Nord America, 2014; Curatore del volume di Giovanni Ricci, Sommario d’appunti di cronaca corana 1870-1948, 2015; Curatore del volume Cori e dintorni, intervista a Franco Luberti, 2015; Fiorina, a Woman in the Wind, pubblicato a Montreal, Longbridge Books, 2016; Haiku i inne wiersze, Podróż w miejsca pamięci od Maenzy po Auschwitz/Haiku e altri versi. Viaggio della Memoria da Maenza ad Auschwitz, pubblicato da Miniatura a Cracovia, 2016; Ci resta il nome, in memoria di Zio Pacifico Vitelli e dei suoi compagni di sventura nella Campagna di Russia, 2017; La lingua di Cori, Dizionario Corese-Italiano Italiano-Corese, 2018; Bertrando Fochi, L’uomo e il chirurgo: una vita ricca di insegnamenti, 2019.

carrelloper acquistare il libro scrivere a:
 atlantideditore@libero.it